Dettagli del messaggio: Elezioni in Israele, vince Olmert

29.03.06

Permalink 12:50:30, Categorie: Announcements [A], 444 parole   Italian (IT)

Elezioni in Israele, vince Olmert

Gerusalemme, 29 marzo (Adnkronos/Ign) - Il nuovo partito centrista Kadima, guidato dal premier ad interim Olmert ha vinto le elezioni israeliane, anche se non ha ottenuto un numero di seggi sufficiente per governare solo. A spoglio ormai concluso il partito fondato dall'ex premier Ariel Sharon ha preso 28 dei 120 seggi della Knesset, seguito dai laburisti che ne hanno conquistati 20. Terzo partito sono gli ultraortodossi sefarditi dello Shas con 13 seggi, mentre al quarto posto si piazza il partito di estrema destra degli immigrati russi Yisrael Beitenu con 12. Il Likud precipita a soli 11 seggi mentre la destra dell'Unione nazionale-Partito nazional religioso si attesta a quota nove.

A sorpresa emerge per la prima volta il partito dei pensionati, finora escluso dal Parlamento, con sette seggi. Il partito degli ultraortodossi askenaziti Torah unita nel giudaismo ottiene sei deputati e la formazione di sinistra Meretz ne conquista quattro. Ai parti arabi va un totale di dieci seggi. Scompare dalla scena politica lo Shinui, il partito laico che aveva ottenuto 15 seggi nel 2003 e che oggi non entra alla Knesset. Nel giorno del voto astensione record: è stata registrata la più bassa affluenza alle urne della storia israeliana, solo il 63,2%.

E il presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) Mahmoud Abbas ritiene che i risultati delle elezioni israeliani avranno poche ripercussioni, salvo che Olmert, non decida di cambiare linea politica. ''Questi risultati delle elezioni israeliane non cambieranno nulla, a meno che Olmert non cambi di sua iniziativa la sua agenda politica ed abbandoni l'idea degli 'accordi unilateriali''', ha detto Abbas a margine del summit della Lega Araba in corso a Khartoum, capitale del Sudan.

Stamani, dopo aver rivendicato la vittoria di Kadima alle urne, Olmert ha rinnovato il suo invito ad Abbas ad avviare negoziati sulla definizione dei futuri confini di Israele, ribadendo di essere pronto ad agire in maniera unilaterale se non sarà possibile una soluzione concordata.

Il premier ad interim dovrà, infatti, condurre negoziati con diversi partiti al fine di formare un governo che realizzi il suo piano per fissare confini definitivi entro il 2010.

Un incoraggiamento verso una soluzione pacifica e negoziata del conflitto israelo-palestinese arriva anche dall'Alto rappresentante per la politica estera e di sicurezza dell'Ue Javier Solana. ''Ho appena parlato al telefono con il primo ministro Ehud Olmert e mi sono congratulato con lui per il risultato delle elezioni di ieri in Israele'' sottolinea il 'ministro degli Esteri' Ue in una nota. Nel corso della conversazione, prosegue Solana, ''ho incoraggiato Olmert a continuare tutti gli sforzi necessari per procedere verso una soluzione pacifica e negoziata del conflitto in Medio Oriente e l'ho rassicurato sul fatto che l'Unione Europea è pronta, come sempre, a fornire tutto il suo sostegno a questo processo''.

Permalink

Blog di Pierluca Pierro

Questa è la descrizione lunga del blog chiamato 'Blog A'.

Dicembre 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
<<  <   >  >>
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Cerca

Categorie


Altro

Syndicate questo blog XML

What is RSS?

powered by
b2evolution